English (United Kingdom)Italian - Italy

Mekanica Draghetti Marine Division

Messaggio
  • Ti informiamo che nel nostro sito web sono attivi i cookie.

    Continuando a navigare sul nostro sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni su come usiamo i cookie e su come gestiamo le tue preferenze di navigazione, vai alla sezione Cookie Policy.

    Per saperne di piu'

A+ R A-

Meccanica Italiana ed elettronica tedesca per un controllo perfetto

nautic service

Draghetti Marine Division e Boening Automationstechnologie uniscono le proprie forze e lanciano insieme un sistema integrato di controllo degli yacht brevettato.


Un connubio nato dalla reciproca stima tecnica per fornire ai clienti del settore nautico una proposta all'avanguardia in fatto di regolazione d'assetto e stabilità per yacht di ogni taglia. Una produzione in joint venture con un continuo scambio di dati per garantire che ogni sistema messo a punto è perfettamente efficiente e funzionante, in modo da evitare perdite di tempo in lunghi settaggi e complesse operazioni di installazione. Le due aziende si rivolgono direttamente ai cantieri, dalla produzione al refitting (per i quali il sistema Draghetti-Boening è particolarmente indicato proprio in virtù della facilità di montaggio). Cerchiamo allora di capire chi sono, questi due importanti attori che si propongono alla cantieristica italiana e quali sono i vantaggi che prodotti da loro offerti portano.

Da oltre 35 anni...Draghetti
Alle spalle di Draghetti Marine Division c'è Mekanica Draghetti, una realtà che vanta oltre 35 anni di esperienza nelle lavorazioni meccaniche di precisione e specificatamente nel settore oleodinamico. Un comparto che richiede un alto know-how e che ha implicazioni in quasi ogni applicazione (industriale e non). Forte di tale esperienza, Mekanica Draghetti ha così dato vita a una divisione nautica, che può contare sulla sinergia tra uno staff altamente qualificato e un know-how di alto profilo, che ha permesso a questa azienda di produrre componenti destinati al settore navale per applicazioni hi-tech.

Un partner di livello
Boening Automationstechnologie è un'azienda tedesca tra i protagonisti nella progettazione e costruzione di sistemi di controllo e monitoraggio flap, nata storicamente come fornitore degli equipaggiamenti per i motori MAN, sia come centralina elettronica Common Rail, sia come pannellino di controllo allarmi e sicurezze. Ancora oggi che l’azienda è cresciuta e si propone internazionalmente come fornitore di automazione navale e apparati motori. Presso la sede tedesca, nei dintorni di Brema, l’azienda possiede tutte le strutture per lo sviluppo in proprio dell’elettronica, hardware e software, nonché dei banchi di collaudo per burn-in e per certificazione EMI-EMC, disponendo di una camera anecoica attrezzata allo scopo. I prodotti hanno le omologazioni dei principali registri di classifica.  Proprio per migliorare la propria offerta nel settore del controllo e monitoraggio flap, Boening ha scelto Draghetti Marine Division come fornitore ufficiale per i propri impianti. La tecnologia tedesca ha incontrato così il know-how italiano, i flap della serie MD progettati in stretta collaborazione si collocano ai vertici  del mercato per qualità e affidabilità. Acciai inox di altissima qualità, circuiti idraulici ricavati completamente all’interno del cilindro, assenza di cavi esterni e un tocco di design tutto italiano hanno convinto Boening Automationstechnologie ad affidare a Draghetti Marine Division la fornitura di questo importante componente per la navigazione.

Come funziona e cosa garantisce?
Un sistema efficiente di controllo e di monitoraggio flap garantisce, sempre e comunque, minori consumi, un aumento delle prestazioni generali, una riduzione del tempo necessario per uscire dalla planata. Il sistema progettato e proposto dalla sinergia italo-tedesca, in più, si qualifica per una riduzione generale dei costi di gestione e la non invasività dell'installazione. Vediamo perché.
Il sistema di controllo per stabilizzatori d’assetto AHD TCS (Trim Control System) è progettato per l’uso su yacht veloci, la cui guida può essere controllata in modo significativo azionando gli stabilizzatori d’assetto detti generalmente flap. Anche in questo caso, come accade di consueto quando un sistema è dotato di flap, l’imbarcazione viene controllata tramite un comando elettroidraulico: ogni stabilizzatore viene azionato tramite uno o più pistoni
Idraulici a doppi effetto, le cui valvole di controllo direzionale funzionano elettricamente. Una delle innovazioni di questo impianto è l’assenza di un trasduttore direzionale per i pistoni: la corsa dei pistoni e la conseguente posizione dei flap vengono calcolate tramite un sensore di flusso (flussometro) e tramite un apparecchio elettronico; in tal modo il cablaggio elettrico, solitamente installato al di fuori dell’imbarcazione e per questo soggetto a corrosione, non è più necessario. Per aumentare la protezione dei componenti, il sistema fa ritirare automaticamente i flap nella loro posizione superiore quando il motore è spento, così da prevenire i danni da incrostazione al pistone provocati dalla vegetazione quando l’imbarcazione è ormeggiata. Un altro vantaggio chiave di questo sistema è la semplicità con cui si mette in funzione: i flap vengono portati prima nell’una e poi nell’altra posizione finale; il sistema elettronico memorizza il numero d’impulsi che vengono trasmessi dal sensore di flusso per completare la corsa.
Il sistema AHD-TCS può funzionare in modo manuale o automatico: per avere un funzionamento automatico, deve essere collegato ad un GPS; in questo modo è possibile attivare automaticamente la posizione ottimale dei flap acquisita durante la messa in funzione e dipendente dalla velocità dell’imbarcazione (curva di assetto). È tuttavia possibile acquisire come curva di assetto prestabilita anche una combinazione preferita di posizione dei flap e velocità, in base alle esigenze del cliente. Naturalmente è sempre disponibile il controllo manuale, che ha la priorità su quello automatico.  
Per ogni flap il sistema elettronico dispone di un’uscita analogica (0-10V), a cui è possibile collegare per esempio strumenti a sezione circolare con relativi ridimensionamenti per la precisa indicazione dei flap. Nel caso in cui sia già installato un sistema di allarme barca con display a colori della gamma Boening, la posizione dei flap può essere visualizzata graficamente. Il ricevitore GPS, in assenza del display per sistemi d’allarmi, si può collegare in alternativa direttamente all’elettronica del AHD-TCS tramite interfaccia RS232.

di Tommaso Caravani

шаблоны joomla

down bcard